CPanel

Giustizia per tutti

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

L'uso prolungato del cellulare e del cordless fa male

|

Il cellulare ed il cordless fanno  male!!

Lo ha confermato la Cassazione con  sentenza n. 17438/2012 nella quale per la prima volta in Italia si è affermato che l’uso continuato del cellulare ( ed anche del cordless) può portare a sviluppare un tumore.

La  sentenza trae origine dal ricorso     proposto  da un manager aziendale contro l’INAIL  onde ottenere il riconoscimento di una rendita per malattia professionale per essere stato costretto per anni (12) , per  ragioni di lavoro, a stare al telefono cellulare o a quello mobile fisso ( il cd. cordless)  per circa 5-6 ore al giorno, sviluppando per tale motivo un tumore  al nervo  cranico   trigemino. 

Leggi tutto...
 

Nei rapporti sadomaso occorre il consenso continuato della vittima, altrimenti è violenza sessuale

|

 

Si può commettere  il  reato di violenza sessuale continuata ( artt.  81 c.p.c e 609 bis c.p.) anche    in  una  relazione amorosa  di carattere sadomasochista,   ed anche quando gli atti sessuali    costituenti reato, in quanto privi del consenso della vittima,  si sono alternati  a rapporti sessuali ugualmente di carattere violento  ma voluti dalla vittima stessa,  e dunque non costituenti reato. Non solo: si commette il reato di violenza sessuale anche quando il consenso, pur inizialmente espresso dalla vittima,  nel corso del rapporto sessuale venga   meno.    

Questo è quanto si evince  da una sentenza   della  Corte di cassazione penale – la  n. 37916 del 01.10.2012-  che ha destato  qualche perplessità nell’ambito degli  operatori del diritto. E le perplessità nascono proprio dalla natura sadomaso della relazione  “amorosa”,  nel caso posto all’esame della Corte,  tra l’autore del reato e la vittima dello stesso :  relazione  nella quale i protagonisti hanno sempre volutamente praticato  un sesso violento,  accompagnato cioè   da calci pugni schiaffi, ecc.,  insulti  e minacce varie. 

Leggi tutto...
 

La responsabilità è del Comune se un passante inciampa sul marciapiede

|

 

Lo ha confermato la Cassazione civile , sez. III, sentenza 06.06.2008 n° 15042, con un’ennesima sentenza sulle insidie stradali in cui ha stabilito e confermato la responsabilità dell’ente comunale per i danni provocati dalle cose che ha in custodia, quali le strade ed i relativi marciapiedi.    

Nel caso che ha dato origine alla sentenza, la Cassazione   ha ritenuto che Il   difetto costruttivo del piano stradale, consistente in un rilevante dislivello fra le lastre di copertura, è da ritenere causa strutturale, quindi fonte di responsabilità da cose in custodia, ove abbia in concreto creato inciampo e provocato la caduta di un passante.  

 

La Cassazione penale conferma la condanna di un'insegnante per abuso del mezzo di correzione .

|

L'insegnante aveva costretto un suo alunno, sopreso a compiere atti  di bullismo, a scrivere  100 volte ''sono deficiente'' sul suo quaderno. Non solo, lo aveva offeso e rimproverato aspramente davanti alla classe in più riprese, tanto da determinare un serio disagio psichico nel minore che aveva dovuto ricorrere alla psicoterapia. 

Ebbene, la   Cassazione penale , sez. VI, sentenza 10.09.2012 n° 34492, l'ha condannata.  

Leggi tutto...
 

Il bambino conteso di Padova, prelevato con la forza dalla polizia: un'altra bella pagina di Storia

|

 

Intelligente, vivace e simpatico. Sono gli aggettivi che i giudici della sezione civile minori della Corte d'Appello di Venezia usano per descrivere il bambino di Padova, di soli 10 anni, prelevato ieri con la forza dalla Polizia mentre era a scuola,  in esecuzione   del provvedimento dei predetti magistrati. Con tale provvedimento, i giudici  hanno deciso l'affidamento esclusivo del bimbo al padre in base alle risultanze di una perizia psichiatrica - una C.T.U., per intenderci - secondo cui il bimbo, a causa del condizionamento psicologico della madre, soffre  della sindrome di alienazione genitoriale, detta "PAS", ovvero rifiuta la figura genitoriale paterna in maniera talmente patologica  da rendere necessario, per la sua "guarigione":  1) togliere l'affidamento del minore alla madre, per darlo in via esclusiva al padre,  2) prelevarlo coattivamente    dalla sua abitazione e dal suo mondo affettivo, amicale e   sociale abituale 3) e, dulcis in fundo,   portarlo in un ambiente,  definito dai giudici "neutro", quale una casa famiglia! Il tutto, è ovvio, per la sua "guarigione"!  

Leggi tutto...
 

Non tutti i mali vengono per nuocere : Le corna pubbliche comportano il diritto al risarcimento

|

 

La violazione dell’obbligo di fedeltà comporta il diritto del tradito ad ottenere il risarcimento del danno.

Leggi tutto...
 

Ancora sul danno da vacanza rovinata.

|

Con una recente sentenza, la n. 7256 dell’11.05.2012, la III sez. Civile della Corte di Cassazione ha stabilito che il danno non patrimoniale da vacanza rovinata va risarcito sulla base della prova dell’inadempimento contrattuale.

Leggi tutto...
 

Decreto "Salva Italia": Lotta alle clausole vessatorie e novità al codice del consumo

|

Gli artt. 5 - 8 del decreto legge 1/2012 (comunemente denominato decreto “salva Italia”) recano una serie di  provvedimenti dedicati alla tutela dei consumatori e degli utenti di pubblici servizi.

Tra le novità più rilevanti senza dubbio vi è  l’introduzione  di un nuovo articolo al Codice del Consumo, ovvero l’ art. 37-bis, atto a definire  il nuovo procedimento di tutela amministrativa contro le clausole vessatorie inserite all’interno di moltissimi contratti d’uso comune.

Grazie all’introduzione di questo articolo, infatti, l’Autorità Garante della Concorrenza godrà del potere di dichiarare, anche d’ufficio, la  vessatorietà delle clausole dei contratti conclusi mediante adesione a condizioni generali o con la sottoscrizione di moduli, modelli o formulari.

Leggi tutto...
 
Pagina 3 di 5
banavv

Newsletter

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email

Diritto di Famiglia

Diritto Civile

Diritto Civile

.

Diritto dei Consumatori

Diritto dei Consumatori

.

Diritto Penale

Diritto Penale

.

Sottoscrivi Feed

Abbonati Gratuitamente ai nostri Feed RSS


Aggiornati via email

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email