CPanel

Giustizia per tutti

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

SUCCESSIONE : REGOLE GENERALI

|

La successione si apre al momento della morte, nel luogo dell'ultimo domicilio del defunto ( art. 456 del codice civile). Che cosa significa ciò? Significa che tutti i problemi legati alla successione di qualcuno saranno risolti dal giudice del luogo ove era il suo domicilio  al momento della morte ( luogo  che non coincide necessariamente con la residenza del de cuius, essendo quello in cui si svolgevano i suoi  affari e interessi) .  Una  volta aperta la succesione, l'eredità si devolve per legge ( successione legittima) o per testamento ( nel caso che il de cuius lo abbia lasciato).

Leggi tutto...
 

SE L'INTERVENTO ESTETICO RIESCE MALE DEBBONO ESSERE RISARCITI ANCHE I DANNI PSICOLOGICI

|

A proposito di responsabilità medica, nelle ipotesi di interventi di chirurgia estetica, spetta al paziente il risarcimento del danno anche morale  se l'intervento   viene eseguito male,  per il disagio psicologico che ne consegue. 

Leggi tutto...
 

L'ENTE CHE GESTISCE UNA STRADA E' OBBLIGATO A SEGNALARE BUCHE , TOMIBINI, LAVORI IN CORSO ED ALTRI OSTACOLI IN ESSA PRESENTI

|

 L'Ente che gestisce una strada deve provvedere a segnalare buche, tombini, lavori in corso e altre insidie di diverso genere presenti . Lo ha stabilito la Cassazione  con sentenza n. 11709/2009 nella quale ha affermato che, in mancanza di segnalazione, L'Ente deve provvedere a risarcire i danni determinati  dalle predette insidie.

Leggi tutto...
 

L'INSEGNANTE CHE OFFENDE DINANZI AGLI ALUNNI UNA COLLEGA DEVE RISARCIRE I DANNI MORALI

|

La III Sez. Civile della Cassazione con la sentenza num. 14552/2009 ha stabilito  che deve risarcire i danni morali l’insegnante che offende la propria collega in presenza degli alunni
I Supremi Giudici hanno confermato la sentenza di condanna emessa dalla Corte di Appello di Torino per una professoressa di un liceo torinese che aveva diffamato una sua collega attribuendole comportamenti scorretti, non rispondenti al vero, dinanzi a tutta la classe e al cospetto quindi degli studenti.
Per questo la donna aveva citato in giudizio la sua collega al fine di essere risarcita per i danni morali derivanti dalle espressioni diffamatorie ed ingiuriose che aveva dovuto subire ingiustamente dinanzi ai suoi alunni.

Leggi tutto...
 

E' RESPONSABILE IL COMUNE IN CASO DI INCIDENTE STRADALE DOVUTO ALLA CATTIVA MANUTENZIONE DELLE STRADE PUBBLICHE, ANCHE IN IPOTESI DI APPALTO

|

Con la sent. num. 1691/2009 la Corte di cassazione, III sez. civ., ha stabilito che in caso di incidente stradale dovuto alla cattiva manutenzione delle strade pubbliche, è responsabile il Comune, anche in caso di manutenzione precedentemente appaltata ad una ditta esterna.
Questo perché, asseriscono i Supremi Giudici, il Comune ha un obbligo di controllo, che deve essere continuo ed efficace e quindi idoneo ad evitare pericoli a cose e persone.

Leggi tutto...
 

E' RESPONSABILE ANCHE IL CONDOMINIO COMMITTENTE IN CASO DI FURTO AGEVOLATO DALL'UTILIZZO DI IMPALCATURE

|

Con la sentenza num. 6435 del 2009 la Corte di Cassazione, III sezione civile, ha stabilito che in caso di furto in un appartamento condominiale, ad opera di ladri che vi si siano introdotti  servendosi di un’impalcatura istallata per lavori edilizi, sussiste la concorrente responsabilità sia del condominio committente dei lavori, sia  dell’imprenditore proprietario delle impalcature. 

Leggi tutto...
 
Pagina 3 di 5
banavv

Newsletter

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email

Diritto di Famiglia

Diritto Civile

Diritto Civile

.

Diritto dei Consumatori

Diritto dei Consumatori

.

Diritto Penale

Diritto Penale

.

Sottoscrivi Feed

Abbonati Gratuitamente ai nostri Feed RSS


Aggiornati via email

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email