CPanel

Giustizia per tutti

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

PERDITA DELL'ASSEGNO DI MANTENIMENTO PER CHI TRADISCE IN PUBBLICO

|
La Suprema Corte (prima sezione civile, sentenza n.  292449/2008 ) ha stabilito di recente che non spetta  alcun assegno di mantenimento al  coniuge infedele che rende pubblica la sua relazione.
Leggi tutto...
 

IL CONIUGE CHE HA RINUNCIATO ALL'ASSEGNO DI MANTENIMENTO NELL'ACCORDO DI SEPARAZIONE, PUO' IN SEGUITO CAMBIARE IDEA?

|

Si. Può  farlo,  ma solo nel caso che sono mutate nel frattempo le condizioni di fatto che gli  avevano fatto  rinunciare all'assegno. La prevalente Cassazione ed autorevole dottrina, infatti, ritengono che, in presenza di una modifica dello status quo, il coniuge che aveva rinunciato all'assegno di separazione può agire con una richiesta di modifica del provvedimento e richiedere, ove ne ricorrano i presupposti, la determinazione di un assegno in proprio favore.   

 

I CREDITORI DI UNO DEI CONIUGI POSSONO PIGNORARE (E FAR VENDERE) L'INTERO BENE IN COMUNIONE

|

Ai sensi dell'art. 189 del codice civile , i creditori particolari di uno dei coniugi, anche se il credito è sorto anteriormente al matrimonio, possono far espropriare l'intero bene in comunione legale tra i coniugi, soddisfacendosi sul ricavato "fino al valore corrispondente alla quota del coniuge obbligato". Quello che resta ( ovvero l'altro 50%) viene restituito alla comunione coniugale. E' quanto ribadisce una recente sentenza del Tribunale di Bari ( sent. n. 1482 dep. 11.6.08), decidendo un giudizio di opposizione all'esecuzione proposto dal coniuge non esecutato.

Leggi tutto...
 

IL GIUDICE NON PUO’ DECIDERE SULLA CASA FAMILIARE IN ASSENZA DI FIGLI MINORI O NON AUTOSUFFICIENTI

|

 la cassazione  ha ancora una volta confermato l’indirizzo maggioritario in tema di assegnazione della casa coniugale,  ribadendo  ( con sent. I sez. civile del 18/02/08 n. 3934) che,  in virtù  della riforma del diritto di famiglia di cui alla legge n. 54/2006,  il Giudice, se non vi sono figli minori o maggiorenni non autosufficienti, non può adottare con la sentenza di separazione alcun provvedimento in materia di assegnazione della casa coniugale, anche se comune ad entrambi i coniugi.   Tale interpretazione della  legge di riforma del diritto di famiglia, seppur rispettosa del tenore letterale della stessa, pone seri problemi concreti, sopratutto nel caso in cui  susssista una condizione di debolezza ( sopratutto  economica ) di uno dei coniugi ( in genere la donna).  In tal caso infatti, il coniuge debole, anche se proprietario al 50% con l'altro coniuge,  non potrà farsi assegnare dal giudice la casa coniugale in attesa dell'esito del giudizio di  divisione ( che potrà essere intrapreso, si ricorda, solo quando è passata in giudicato la sentenza di separazione).    Ma anche qualora non vi sia un coniuge debole da tutelare, è ovvio che tale  lacuna legislativa comporterà seri problemi concreti, finendo con l'inasprire gli animi dei coniugi separandi i quali sono autorizzati ad ingaggiare una vera e propria guerra ( "la guerra dei rose") onde ottenere - o conservare - il possesso della casa. 

 

AVVISO AI CONIUGI MANESCHI E AGGRESSIVI

|

Ha stabilito una recente sentenza della Cassazione ( sez. I 17/12/2007 n. 26571) che i fatti accertati e provati di aggressione a beni e diritti fondamentali della persona, quali l’integrità fisica, morale e sociale dell’altro coniuge, non possono MAI  essere giustificati come reazione al comportamento ( per quanto scorretto) di quest’ultimo e comportano dunque, SEMPRE,   l’addebbitabilità della separazione al coniuge che li ha posti in essere. Come dire che il rispetto della persona e della dignità umana non ammette MAI deroghe.

 

MEDIAZIONE FAMILIARE

|

LA MEDIAZIONE FAMILIARE
La mediazione familiare è uno strumento per la soluzione  non contenziosa di controversie  che possono  insorgere all’interno della famiglia attraverso l’intervento di un terzo imparziale, ovvero il mediatore (che è un avvocato o uno psicoterapeuta).

Leggi tutto...
 
Pagina 5 di 6
banavv

Newsletter

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email

Diritto di Famiglia

Diritto Civile

Diritto Civile

.

Diritto dei Consumatori

Diritto dei Consumatori

.

Diritto Penale

Diritto Penale

.

Sottoscrivi Feed

Abbonati Gratuitamente ai nostri Feed RSS


Aggiornati via email

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email